Il mondo delle aste rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline

Aste
Cos'è un'Asta
Case d'Asta
Aste segnalate
A.N.C.A.
EFA
Cerca

L'Italia per: ANTIQUARIATO - CASE d'ASTA - MUSEI - MOSTRE - TEATRI - SITI ASTRONOMICI

 

ASTE


 


Il mondo delle aste: d'arte, private, giudiziarie

Le aste giudiziarie sono uno strumento che permette la vendita forzata di un bene, si dividono in: vendita senza incanto e vendita con incanto.

Il codice di procedura civile, afferma all’art. 579, che “ognuno, eccetto il debitore, è ammesso a fare offerte all’incanto”. Si ravvisa la possibile mancanza della rappresentanza tecnica. Le offerte hanno la possibilità di essere fatte da mandatario munito di procura speciale oppure personalmente.

La procedura si può schematizzare così: ordinanza di vendita emanata dal giudice che fissa un termine compreso fra i novanta e i centoventi giorni per proporre le offerte d’acquisto. Nella stessa ordinanza si stabiliscono le modalità della cauzione e si fissa, indicando il giorno successivo della scadenza del termine, l’udienza sulla delibera dell'offerta e della gara tra gli offerenti. La Cancelleria, ha anche il compito di dare avviso pubblico della vendita sia sulla stampa quotidiana sia su siti internet designati.

Le aste di immobili in origine proprietà dello Stato e di Enti pubblici previdenziali sono accessibili da questa pagina: http://www.dt.mef.gov.it/it/aste_immobili/ che contiene informazioni, esempi e documenti per una corretta partecipazione alle aste immobiliari.

Le più conosciute dai più sono certamente le aste d'arte e le aste private ci cui questa rubrica è da anni cassa di risonanza. Dunque, senza entrare in distinguo legali, si passa nei fatti, da fallimenti, sottrazioni di beni per reati, estinzione in mancanza di eredi a merchandise, libera iniziativa, guadano e realizzazione e, quel che più conta, diffusione e scambio di oggetti, pezzi e capolavori che incrementano la diffusione e la conoscenza di arte, tradizione e cultura.