Cultura: ASSOCIAZIONI, BIBLIOTECHE, LUOGHI, personaggi e festività rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Correrenelverdeonline

Cultura
Personaggi
Feste e Ricorrenze
Libri, Opere, testi ed editoria
Papi e Papato

160x600_promo

 

 

cultura: rubrica dedicata ad associazioni, biblioteche, luoghi, personaggi e festività


 

 

La festa di Sant'Antonio Abate protettore degli animali

La festa di Sant'Antonio Abate cade ogni anno nella giornata del 17 gennaio, giorno della morte dell’anacoreta egizio. Si tratta, in molte località di una festa di lunga durata, in quanto i festeggiamenti principali vengono posticipati alla domenica immediatamente successiva al 17, durando circa 3 o 4 giorni.

Parliamo di una ricorrenza, famosa soprattutto nel territorio italiano, di origine prettamente contadina in quanto Antonio viene ricordato, tra gli altri, come protettore degli animali.

I riti fondamentali di questa festività, che possono variare cronologicamente nelle varie località, sono principalmente 2: parliamo della benedizione degli animali davanti al sagrato della chiesa e la processione con delle torce per le vie del paese.

Come eventi collaterali, che invece variano da luogo e luogo, spesso ci sono delle sfilate o gare a cavallo, oppure legate ai giorni di festa possiamo trovare la preparazione dei dolci.

Nel 2010 la tradizione di questi festeggiamenti è rimasto legato soprattutto in luoghi come i piccoli paesi e le zone rurali, risultando quasi completamente scomparsa nelle grandi città. In ogni caso in Italia risulta essere un fenomeno presente tanto al Nord che al Sud della penisola, dimostrando a volte delle origini antichissime.

Un altro luogo dove si effettuano riti antichi, di origine medioevale, in onore di Sant’Antonio, è in Francia, per la precisione a Arles, dove sono tenute le spoglie mortali del Santo. In ogni caso si tratta anche in terra transalpina, di feste legate agli animali e alla vita nei campi.

L’iconografia rappresenta Sant'Antonio abate come un uomo con la barba bianca con accanto un porcellino. Ricordiamo che nel caldo Egitto, di cui il Santo è originario, gli unici che avevano diritto di allevare i maiali in città erano gli Antoniani, in quanto con il grasso suino preparavano degli unguenti curativi contro le varie malattie come il famoso “Fuoco di Sant’Antonio”.

Non di rado dalla rappresentazione dei piedi del Santo spuntano lingue di fuoco, a rappresentare sia il viaggio che si dice abbia fatto agli inferi per salvare delle anime, sia in riferimento alla malattia che sapeva curare solo lui e i suoi.

Sempre nelle varie immagini sacre, Antonio in una mano porta un bastone con appeso un campanello, nell’altra il libro con la Regola che lui stesso aveva scritto per i suoi seguaci. Sull’abito spicca la croce a Tau.

Nella sua esistenza Antonio si impegnò sia nel lavoro dei campi per procacciarsi da vivere, sia nell’aiutare e curare i più bisognosi. Non è un caso, dunque che il primo monastero dei suoi seguaci in Europa fosse affiancato da un ospedale dove venivano ospitati molti malati. Coloro che seguono la regola di Antonio, sono detti Antoniani o Ospetalieri.

Ritenuto patrono degli animali, la sua immagine veniva spesso appesa dagli allevatori nelle stalle, per invocare la protezione sulle proprie bestie. Anche i vigili del fuoco e i pompieri hanno come patrono questo Santo.

Nel nord Italia la festa in onore di Antonio sembra avere origini antichissime, ed essere legata in qualche maniera alle tradizioni celtiche, ovvero le popolazioni che abitavano queste terre prima della conquista romana.

Infatti come periodo si collega con l’inizio dell’intiepidimento dell’aria, in attesa della primavera, e la benedizione del bestiame ricorda un bene augurio per la sopravvivenza della popolazione, legata, nell’antichità, in maniera molto stretta con il benessere degli animali.

Una particolarità: a Soriano nel Cimino, nel viterbese, è tradizione che, durante i festeggiamenti per Sant’Antonio, si faccia mangiare un particolare dolcetto, detto"Biscotto di Sant'Antonio"  non solo agli uomini ma anche agli animali, come buon auspicio e a sottolineare lo stretto legame tra la salute del bestiame con la salute della famiglia umana.

 

Cultura ] Giubileo ] Novecento ] Paidéia ] Presepe ] Ambra ] Obelischi Romani ] Fontane Romane ] Ghetto e Sinagoga di Roma ] Oratori al Celio di Roma ] Palazzo Pitti ] Assisi ] Monte Oliveto ] Sabbioneta ] Castel del Monte ] Grecìa Salentina ] San Martino della Battaglia ] Santuario delle Grazie ] Bedriacum ] Agenzia Patrimonio Culturale Euromediterraneo ] Vocabolari on line ] Manuali ] Cerca ]

Festività: storie, leggende e tradizioni ] Capodanno ] Epifania ] [ Benedizione degli Animali ] Sant'Agata ] Carnevale ] San Giuseppe ] San Valentino ] Festa della Donna ] Quaresima ] Pasqua ] Primo Aprile ] Festa della Liberazione ] Natale di Roma ] Primo Maggio ] Festa della Mamma ] Immacolata Concezione ] Festa della Repubblica ] Indipendence Day ] Presa della Bastiglia ] San Nicola ] Santi Pietro e Paolo ] San Giovanni ] Santa Rosalia ] Ferragosto ] San Petronio ] Madonna del Rosario ] Oktoberfest ] Ognissanti ] Halloween ] Sant'Ambrogio ] San Gennaro ] 4 Novembre ] Natale ] Giorno dela Memoria ] Giorno del Ricordo ]

Personaggi ] Alessandro Magno ] Antonio da Padova il Santo ] Santo Antonio Abate ] Archimede ] Dante Alighieri ] Ludovico Ariosto ] Augusto ] Averroè ] Baden Powell ] Edward Bunker ] Honoré de Balzac ] Muriel Barbery ] Ferdinando Magellano ] Alexander Graham Bell ] Antonie Henri Becquerel ] Alberto Bertoldi ] Otto Von Bismarck ] Giovanni Boccaccio ] Jay David Bolter ] Keynes ] Corrado Calabrò ] Italo Calvino ] Carlo Magno ] Massimo Carlotto ] Caterina de' Medici ] Catullo ] Camillo Benso Cavour ] Alessandro Manzoni ] Cesare ] Cleopatra ] Cristoforo Colombo ] Antonio Corpora ] Francesco D'Agostino ] San Francesco ] Santa Chiara ] Jacopa dei Settesoli ] Salvator Dalì ] Gabriele Dannunzio ] Giorgio De Chirico ] Grazia Deledda ] Donatien Alphonse de Sade ] Walt Disney ] Umberto Eco ] Thomas Edison ] Formentano ] Auguste Escoffier ] Cesar Ritz ] Federico Barbarossa ] Federico II ] Filippo il macedone ] Ugo Foscolo ] Carla Fracci ] Carlo Emilio Gadda ] Galileo Galilei ] Giuseppe Garibaldi ] Napoleone Bonaparte ] Antonì Gaudì ] Gèrard Genette ] David Hare ] Ippocrate ] John Fitzgerald Kennedy ] Gustav Klimt ] Franz Kafka ] Leonardo da Vinci ] Giacomo Leopardi ] Carlo Lorenzetti ] Nelson Mandela ] Guglielmo Marconi ] Nicolai Lilin ] Herbert Marcuse ] Leopold Masoch ] Giuseppe Mazzini ] Mendel ] James Clerk Maxwell ] Pemberton ] Antonio Meucci ] Domenico Modugno ] Renato Rascel ] John Henry Newman ] Mario Nigro ] Tazio Nuvolari ] Gianfrancesco Valsé Pantellini ] Louis Pasteur ] Francesco Petrarca ] Pablo Picasso ] Luigi Pirandello ] Sergio Romano ] Saffo ] Annibale Salsa ] Ferdinand de Saussure ] Immanuel Kant ] Girolamo Savonarola ] Harald Szeemann ] Tommaso d’Aquino ] Torquato Tasso ] Henry David Thoreau ] Tolkien ] Giovanni Verga ] Vincenzo Fato ] Michele Alassio ]