MUSICA E MUSICISTI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE




Musica Musicisti Teatro Cinema Film & Recensioni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline

Introduzione
musica
Agenzie ed eventi
appuntamenti
classifiche inghilterra
classifiche italia
classifiche usa
itunes
news musicali

[Musicisti, Gruppi, Cantanti]
[Cultura Celtica]
[New Age]
[Disk Jockey]
[Giganti della Musica]
[Corodia]
[Tecnica di canto]
[Un'ala di riserva]
[La Puglia Suona Bene]
[Notte della Taranta]
[Il Barbiere di Siviglia]

 

MUSICA: cantanti, musicisti, compositori, gruppi, classifiche, agenzie, concerti, notizie

MUSICA


 

 

Fryderyk Chopin

Fryderyk Chopin è, per la Polonia quasi un eroe nazionale, anche se poi la sua arte è ovviamente patrimonio di tutto il mondo.

L’artista, per la precisione un pianista, è nato a Zelozowa nel 1810, l’1 marzo da un insegnante francese di origine polacca.

Queste origini miste franco – polacche coincideranno con i due Paesi che hanno ospitato la vita del grande artista.

La sua fu una vita breve ma intensa. Vissuto poco meno di 40 anni è riuscito in ogni caso a farsi riconoscere come uno tra i maggiori pianisti nella storia della musica.

Nel 1817, a soli 7 anni, presentò la sua prima opera, dal nome "Polacca". L’anno successivo l’artista inizia ad impegnarsi anche in piccoli spettacoli.

In ogni caso il padre lo porta anche a cercare di farsi una cultura abbastanza approfondita. Il giovane Fryderyk dimostra anche nel campo scolastico di possedere grandi qualità.

Il salto verso il grande pubblico avviene nel 1829 con due concerti che il pianista terrà a Vienna, la capitale dell’impero asburgico.

L’occupazione russa della Polonia costringe Chopin ad andare esule in Francia. L’artista resterà lontano dalla sua terra natale fino alla sua morte.

A partire dagli anni 30 dell’800 Chopin diviene una tra le maggiori attrazioni dei salotti buoni parigini.

Tra i maggiori appassionati della musica del pianista polacco troviamo anche Franz Liszt.

La carriera mondana, fatta di concerti e di virtuosismi, sembra non attrarre Chopin, che preferirebbe limitarsi a scrivere musica.

Nel 1848, poco tempo dopo il suo ultimo concerto, Chopin muore a Parigi sopraffatto dalla tisi.

L’artista polacco, nonostante abbia dedicato la sua intera carriera ad un solo strumento, infatti tenne solamente una trentina di concerti, cercando il più possibile di rimanere ai margini dell’alta società.

Lo stile di Chopin è principalmente ispirato dallo stile classico, anche se partendo da questa base, il pianista polacco inserisce alcune parti ispirate semplicemente dal proprio talento, preferendo dunque alla perfezione dello stile una maggiore armoniosità melodica.

Proprio in questo senso possiamo dire che il pianista rappresenta in maniera importante l’anima romantica della musica europea. Il suo comporre è una composizione armonica tra il rifiuto delle tradizioni musicali più antiche e il piacere di scrivere melodie che riescano davvero a rappresentare l’animo di chi le ha composte.

Nel 2010, proprio in occasione del bicentenario della nascita dell’artista polacco, sia il suo paese di origine che le etichette discografiche hanno organizzato una serie di eventi per ricordare il grande Chopin.

 

 

 

 

 

160x600_promo