MUSICA E MUSICISTI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE




Musica Musicisti Teatro Cinema Film & Recensioni

Correrenelverdeonline

Introduzione
musica
Agenzie ed eventi
appuntamenti
classifiche inghilterra
classifiche italia
classifiche usa
itunes
news musicali

[Musicisti, Gruppi, Cantanti]
[Cultura Celtica]
[New Age]
[Disk Jockey]
[Giganti della Musica]
[Corodia]
[Tecnica di canto]
[Un'ala di riserva]
[La Puglia Suona Bene]
[Notte della Taranta]
[Il Barbiere di Siviglia]

 

MUSICA: cantanti, musicisti, compositori, gruppi, classifiche, agenzie, concerti, notizie

MUSICA


 

 

Wolfang Amadeus Mozart

Wolfang Amadeus Mozart nacque a Salisburgo nel 1756 con la musica nel sangue, infatti già a 4 anni suonava il clavicembalo e il violino. Per merito di queste sue doti eccezionali seguì il padre e la sorella in una serie di concerti, che purtroppo minarono la salute del piccolo bambino, che non aveva ancora dieci anni. Il giovane Mozart, per ampliare la sua conoscenza musicale, effettuò tra il 1769 e il 1778 numerosi viaggi in giro tra Italia e Francia.

Dal punto di vista umano ed economico questi viaggi si tradussero in un disastro per il giovane artista, infatti nel 1778, Mozart si trovò costretto, per mancanza di denaro, a ritornare a Salisburgo e a lavorare per l’Arcivescovo della città, il quale non apprezzava le doti musicali dell’artista, e per di più, durante il suo viaggio a Parigi, Mozart perse la madre.

Dal punto di vista artistico, invece, Mozart riuscì a carpire e a sottomettere al suo genio qualsiasi genere musicale si effettuasse all’epoca: dall’opera alla sinfonia, passando per le sonate alle messe, in ogni genere Mozart risultava eccelso. Sfortunatamente per l’artista, questa semplicità nello scrivere musica non si tradusse mai in una stabilità economica, la genialità dell’artista non venne mai pienamente compresa dai suoi contemporanei.

Nel 1781, Mozart si trasferì a Vienna, cercando fortuna come autore di opere teatrali. Nonostante il grande successo di pubblico delle sue opere, Mozart non riuscì mai completamente a farsi amica la corte asburgica, restando così costretto a vivere in povertà.

Il momento peggiore nei rapporti tra l’artista e la nobiltà fu nel 1896, quando, a causa dell’opera “le nozze di Figaro”, l’artista si trovò malvisto da tutta la corte assolutista austriaca, a causa della narrazione dell’opera, dove un plebeo si permette di dare lezioni ad un nobile. Nel 1791, a Vienna, Mozart morì mentre lavorava ad un Requiem. Il geniale musicista ci ha lasciato più di 650 titoli, spaziando in ogni genere, donando una traccia di novità grazie ad una sua rielaborazione personale delle opere. Dai suoi lavoro si può intuire come Mozart possa essere indicato come un precursore del Romanticismo.

Mozart  Wolfgang Amadeus

(Nasce il 27 gennaio a Salisburgo e muore il 5 dicembre 1791)

 

Le sue opere:

anno

Minuetto e Trio in sol maggiore

1761

Messa K.49

1768

Bastien und Bastienne K.50

1768

La Finta Semplice, K.51

1769

Mitridate, Re del Ponto, K.87

1770

Ascanio in Alba, K. 111

1771

Lucio Silla, K.135

1772

Il sogno di Scipione

1772

Divertimento N.1, K.136

1772

Divertimento N.2, K.137

1772

Quintetto per Archi in si bemolle maggiore, K.174

1773

Concerto per Fagotto, K.191

1774

La Finta giardiniera

1775

Re Pastore

1776

Concerto per Flauto, Arpa e Orchestra, K.299

1777

Sonata per Pianoforte N.10 in do, K.330

1778

Sonata per Pianoforte N.11 in la maggiore, K.331

1778

 

160x600_promo