MUSICA E MUSICISTI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE




Musica Musicisti Teatro Cinema Film & Recensioni

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline

Introduzione
musica
Agenzie ed eventi
appuntamenti
classifiche inghilterra
classifiche italia
classifiche usa
itunes
news musicali

[Musicisti, Gruppi, Cantanti]
[Cultura Celtica]
[New Age]
[Disk Jockey]
[Giganti della Musica]
[Corodia]
[Tecnica di canto]
[Un'ala di riserva]
[La Puglia Suona Bene]
[Notte della Taranta]
[Il Barbiere di Siviglia]

 

MUSICA: cantanti, musicisti, compositori, gruppi, classifiche, agenzie, concerti, notizie

MUSICA


 

 

Robert Schumann

Robert Schumann è un compositore tedesco nato in Sassonia nel 1810.

Suo padre era un editore, quindi un uomo colto e ricco di curiosità. Passò il piacere dell’arte anche al figlio tanto che, per un certo periodo Robert Schumann era dubbioso se sfruttare il proprio estro nella poesia o nella musica.

Terminata la sua erudizione di base in casa, Schumann decide di trasferirsi a Lipsia, dove studia pianoforte con Wieck, che successivamente diverrà suo suocero. L’intensità della lavoro sul piano causerà all’artista tedesco una paralisi temporanea alla mano, costringendolo così a rinunciare al sogno di divenire pianista e facendo virare Schumann verso la composizione.

A cavallo degli anni 30 dell’800 vedono la luce alcune tra le opere più importanti dell’artista  come ad esempio il Carneval e le Noveletten.

L’influenza paterna porta Schumann a fondare la rivista di critica musicale “Neue Zeitschrift fur Musik”.

Nel 1843, mentre continua a comporre opere di musica, accetta la cattedra di pianoforte presso il Conservatorio di Lipsia. Tra le opere di questo periodo ricordiamo la realizzazione delle musiche di scena per il Manfred di Byron, il Requiem fur Mignon e le Scenen aus Goethe’ Faust.

Si tratta delle ultime opere in cui l’arte di Schumann proviene direttamente dall’animo dell’artista senza dover ricorrere a particolari artifici stilistici, precedendo una musica che non si valuterà più solamente dallo stile con cui si prepara, ma anche tramite le emozioni che provoca nel chi lo ascolta. Le scelte armoniche e di ritmo permettono alle opere di Schumann di avere un grande influsso sul pubblico.

Il riferimento alle ultime opere è stato fatto perché intorno al 1850 Schumann inizia a soffrire di problemi nervosi, tanto da tentare il suicidio. Anche la sua arte, ovviamente, risente dei malanni, divenendo molto più formale e simile a canoni classici della musica.

Il musicista morì a Bonn nel 1856.

 

 

 

 

 

160x600_promo