FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

BATMAN

Titolo originale: Batman

Origine: USA

Anno: 1989

Durata: 124’

Produzione: Warner Bros

Regia: Tim Burton

Soggetto: Bob Kane (fumetto)

Sceneggiatura: Sam Hamm, Warren Skaaren

Fotografia: Roger Pratt

Montaggio: Ray Lovejoy

Musiche: Danny Elfman, Prince

Scenografia: Anton Furst, Peter Young

Cast: Michael Keaton, Jack Nicholson, Kim Basinger, Robert Wuhl, Pat Hingle, Michael Gough, Jack Palance, Billy Dee Williams, Jerry Hall, Tracey Walter, Lee Fallace, William Hootkins, Richard Strange, Carl Chase, George Lane Cooper

 

Gotham City. Bruce Wayne perde i suoi genitori, uccisi da un rapinatore all’uscita di un cinema. Il giovane Bruce decide di vendicare la morte dei suoi cari e, indossando l’armatura di Batman, inizia una spietata lotta contro i criminali della città. La giornalista Vicki Vale cerca di indagare il mistero che circonda le imprese dell’uomo pipistrello e, mentre si avvicina alla soluzione, s’innamora di Bruce Wayne.

Durante uno scontro con Joker, il criminale pallido con un perenne ghigno sul volto, Batman associa in un flaschback il volto di Joker a quello del ladro che aveva ucciso i genitori anni prima; tenta di salvare il criminale sulla Torre di Gotham ma questi, piuttosto che essere salvato e catturato, si lascia cadere.

Batman ha sconfitto il terribile criminale; il bat-segnale risplende sulla città.

Primo film della Warner Bros sull’uomo pipistrello, dopo l’acquisizione da parte della multinazionale della DC Comics, la casa editrice di fumetti america che produce Batman.

Il regista Tim Burton, proveniente dai cortometraggi d’animazione ed alla sua terza prova con i lungometraggi, dedica molta attenzione all’eroe delle origini, il Batman creato da Bob Kane e Bill Finger, e a quello descritto da Frank Miller. Gotam City, lugubre quanto mai, risplende sotto le scenografie di Anton Furst e Peter Young (il film ha ricevuto un oscar proprio per la scenografia), e le luci di un poliziesco (merito del geniale Roger Pratt). Batman sembra un eroe lucido e spietato nel suo compito; conosce i limiti, e la sua integrità lo porta a preservare la vita ad ogni costo. Di giorno il miliardario Bruce Wayne è un filantropo attento e riservato, di notte si trasforma nell’uomo pipistrello e continua a proteggere gli uomini, sconfiggendo allo stesso tempo il crimine e la corruzione della sua città.

È un eroe umano e tormentato dal suo passato e dalle paure; cerca in ogni modo di eliminare la follia ed il male che circonda il suo mondo, e quando allontana un ladro che minaccia un padre con la sua famiglia, sembra voler rimuovere il passato di Bruce Wayne. Il suo alterego è Joker, l’uomo pallido dal ghigno perenne. In una fabbrica chimica Batman insegue una banda di criminali e cerca di catturarne il capo; Jack Napier cade nell’acido e rimane orrendamente sfigurato in volto. In un altro scontro Batman riconosce in Joker il rapinatore che anni prima aveva ucciso i suoi genitori. I due personaggi  diventano così complementari e totalmente diversi. Batman è nato dopo una terribile azione di Jack Napier; Joker nasce dall’azione di Batman.

Joker è un  personaggio folle che distrugge tutto con assurda crudeltà. Non ha alcuno scrupolo, non ha paura di nulla, la diversità e le deviazioni lo portano a distorcere la realtà con lucida follia. In questo sottile filo che lega la razionalità alla follia, Vicki Vale, la giornalista che indaga sull’identità di Batman, sembra segnare il limite tra Batman e Joker; quando sente di essere innamorata di Bruce Wayne interrompe la sua ricerca, rinunciando tra l’altro alle ambizioni professionali. Il suo amore evidenzia il limite per non cadere nella follia; a differenza della donna di Joker, sfigurata dall’amante per renderla somigliante alla propria diversità, Vicki è una donna che conosce i limiti, che ha paura, ed cosciente del fatto che solo i sentimenti possono portare al bene.

Le scelte stilistiche di Tim Burton, come le continue carrellate e le inquadrature oblique, accentuano ancora di più queste diversità.

 

Filmografia di Tim Burton

La sposa cadavere (Corpse Bride) (2005), La fabbrica di cioccolato (Charlie and the Chocolate Factory) (2005), Big Fish - Le storie di una vita incredibile (Big Fish) (2003), Il pianeta delle scimmie (Planet of the Apes) (2001), The World of Stainboy (2000) - cortometraggio d'animazione, Il mistero di Sleepy Hollow (Sleepy Hollow) (1999), Mars Attacks! (1996), Ed Wood (1994), Batman - Il ritorno (Batman Returns) (1992), Edward mani di forbice (Edward Scissorhands) (1990), Batman (1989), Beetlejuice - Spiritello porcello (Beetlejuice) (1988), Pee-wee's Big Adventure (1985), Frankenweenie (1984) – cortometraggio, Luau (1982) - cortometraggio d'animazione, Vincent (1982) - cortometraggio d'animazione, Stalk of the Celery (1979) - cortometraggio d'animazione, The Island of Doctor Agor (1971) - cortometraggio d'animazione

 

 

 

 

 

 

160x600_promo