FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

LO SQUALO

Titolo originale: Jaws

Origine e data: Usa 1975

Durata: 124 minuti

Produzione: Richard D. Zanuck, David Brown, per Universal Pictures / Zanuck-Brown Productions

Regia: Steven Spielberg

sceneggiatura: Peter Benchley, Carl Gottlieb

montaggio: Verna Fields, Steven Spielberg

fotografia: Bill Butler

effetti speciali: Roy Arbogast, Robert A. Mattey

scenografia: Joe Alves

musica: John Williams

Cast: Richard Dreyfuss, Lorraine Gary, Carl Gottlieb, Murray Hamilton, Roy Scheider, Robert Shaw

 

In una tranquilla cittadina balneare del New England, un grande esemplare di squalo bianco semina il panico tra le acque calme dell’estate. Un poliziotto, un cacciatore di squali ed un ittiologo danno la caccia al terribile mostro.

Tratto dal romanzo di Peter Benchley e sceneggiato dallo stesso autore e Carl Gottlieb, Lo Squalo è l’opera dell’allora ventisettenne Steven Spielberg. L’opera del giovane regista si colloca ai primi posti tra i film di maggiore incasso della storia del cinema.

La narrazione si articola attraverso dialoghi ben strutturati e un’alternanza di soggettive ed oggettive capaci di rendere con assoluta efficacia il terrore causato dal terribile mostro. I personaggi risultano assolutamente reali, tanto da permettere una facile identificazione del pubblico.

Tra le scene di maggior impatto ricordiamo la soggettiva dello squalo che accompagna i titoli di testa: la macchina da presa segue lo sguardo dello squalo nelle acque calme della località balneare.

Nella tranquilla Amity nessuno sembra volersi preoccupare del mostro che si nasconde nelle acque del mare antistante; le autorità cercano in tutti i modi di non disturbare le tranquille spiagge piene di turisti. Solo un poliziotto, interpretato dal bravo Roy Scheider, si accorge della mostruosa realtà; le sue intuizione lo portano ben presto a dare forma alla mostruosità incombente e minacciosa, attraverso segni dai contorni dilatati. Spielberg interpreta molto bene gli insegnamenti di Kulesov; il montaggio alternato produce senso prima di tutto grazie agli accostamenti visivi e poi fa convergere gli eventi nello stesso spazio.

La grammatica filmica risulta ben strutturata, grazie ai campi lunghi che si  alternano ai primi e ai primissimi piani, al movimento all’interno delle inquadrature e al montaggio alternato; tutto questo produce una narrazione carica di suspence e paura.

Lo Squalo è il quarto film del “periodo rosso” di Spielberg, iniziato con Duel, dove prevalgono uno stile teso ed un senso minaccioso di incertezza. Da Incontri ravvicinati del terzo tipo in poi Spielberg sembra interpretare la lezione di Walt Disney, realizzando film per tutti e mescolando elementi diversi: avventura, fiaba, fumetto, letteratura infantile.

Lo Squalo ha ricevuto 3 Oscar: migliore musica (John Williams), miglior montaggio (Verna Fields) e miglior suono.

 

Filmografia di STEVEN SPIELBERG

La guerra dei mondi  (2005), Munich  (2005), The Terminal  (2004), Prova a prendermi  (2002), Minority Report  (2002), A.I. - Intelligenza Artificiale  (2001), Salvate il soldato Ryan  (1998), Il mondo perduto - Jurassic Park  (1997), Amistad  (1997), Jurassic Park  (1993), Schindler's List  (1993), Hook - Capitan Uncino  (1991), Indiana Jones e l'ultima crociata  (1989), Always - Per sempre  (1988), L'impero del sole  (1987), Storie incredibili  (1986), Il colore viola  (1985), Indiana Jones e il tempio maledetto  (1984), Ai confini della realtà  (1983), E.T. - L'Extra-Terrestre - Riedizione  (1982), I predatori dell'arca perduta  (1981), 1941 - Allarme a Hollywood  (1979), Incontri ravvicinati del terzo tipo  (1977), Lo squalo  (1975), Sugarland Express  (1974), Qualcosa di diabolico  (1972), Duel  (1971).

 

 

 

 

 

 

160x600_promo