FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

The Patriot

Il patriota

Anno: 2000

Nazione: Stati Uniti d'America

Produzione: Columbia Tristar

Durata: 164'

Regia: Roland Emmerich

Sceneggiatura: Robert Rodat, Roland Emmerich

Fotografia: Caleb Deschanel

Musiche: John Williams

Cast: Mel Gibson, Heat Ledger, Joely Richardson, Tchéhy Karyo, Chris Cooper, Lisa Brenner, Tom Wilkinson, Jason Isaacs, René Auberjonois, Donald Logue.

 

Stati Uniti d'America 1776. In seguito alle pretese da parte della Gran Bretagna di dazi doganali e tasse sempre più gravose, la popolazione americana insorge: scoppia la guerra d’indipendenza. Nella Carolina del Sud, Benjamin Martin, reduce dalla guerra franco/indiana, vive tranquillo nella sua fattoria circondato dall'affetto dei figli; ma quando Gabriel, il più grande dei sette figli, si arruola ed è fatto prigioniero, si vede costretto a difendere la sua libertà e quella del Paese.

 The Patriot è un film ben fatto, con un cast tecnico e d'attori d’ottimo livello.

Molto curata la regia di Roland Emmerich che, dopo il virtuosismo d’Independence Day e Godzilla, ci stupisce con la forza della narrazione.

 I personaggi di The Patriot rivelano la loro natura attraverso le reazioni e non solo con le parole. Non ci sono giustificazioni alla violenza; la morte è sempre presentata come una conseguenza dolorosa, e le cause che la generano sono sempre alogiche.

Durante il congresso che decide la partecipazione alla guerra delle 19 colonie della Carolina del Sud, Benjamin Martin è l’unico ad esprimere con convinzione il suo voto contrario; conosce la guerra e le crudeli conseguenze che genera, conosce il male per averlo visto e soprattutto praticato, vive nel rimorso ossessivo per le atrocità commesse in altre guerre.

Il film mette in campo due differenti ideali affidandoli a due personaggi maschili principali: Benjamin combatte per ottenere la libertà negata (sua, della famiglia, dei compagni d’armi fatti prigionieri dagli inglesi), le sue scelte sono dettate da necessità imminenti, sa bene che non esiste nessuna logica nella guerra; dall’altra parte Gabriel si batte per l’indipendenza e i suoi ideali, è un soldato regolare che segue un codice di comportamento.

The Patriot ci colpisce per l’ottima fotografia di Caleb Deschanel. L’illuminazione è neutra, tende al realismo dell’immagine; i personaggi sembrano far parte degli ambienti, emergono nello spazio attraverso un sapiente uso del controluce. Molte inquadrature sono state girate con luce diurna per accentuare lo spazio e dilatare il tempo che scorre.

Coinvolgenti sono anche le musiche di John Williams (sue anche quelle di Schindler's List e Guerre Stellari).

 

Filmografia di ROLAND EMMERICH:

L'alba del giorno dopo (2004); Il Patriota (2000); Godzilla (1998); Independence Day (1996); Stargate (1994); I nuovi eroi (1992); 1997 - Il principio dell'arca di Noé (1983)

 

 

 

 

 

 

160x600_promo