FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO

Regia: Sergio Leone

Sceneggiatura: Sergio Leone, Luciano Vincenzoni, Age e Scarpelli

Fotografia: Tonino Delli Colli

Scenografia: Carlo Simi

Musiche: Ennio Morricone

Attori: Clint Eastwood, Eli Wallace, Lee Van Cleef, Luigi Pistilli, Mario Brega

 

Il film “il buono , il brutto e il cattivo” è un’opera del 1966, ed è la terza ed ultima parte della cosiddetta trilogia del dollaro ideata e diretta da Sergio Leone.

Rispetto alle altre due opere (“Per un pugno di dollari” e “Per qualche dollaro in più”) ormai la macchina di produzione è oliata ed il gruppo di lavoro è pressoché identico agli altri due film, così possiamo notare più affiatamento e maggiore ironia all’interno dell’opera, in cui la beffarda derisione nei confronti dei vecchi eroi del western, cavalieri impeccabili ed incorruttibili è palese e graffiante. Infatti oramai Leone è un maestro del genere e Eastwood è un attore affermato, i due possono così permettersi maggior licenze rispetto al western tradizionale e anche rispetto ai due film che precedevano questa opera, esaltando così al massimo, le figure degli eroi sporche e cattivi.

La trama rappresentata nella pellicola parla della ricerca, da parte di tre persone, di una cassa di dollari rubata all’esercito nordista e mai recuperata. I tre uomini in azione sono ”Sentenza”, un assassino a pagamento (il cattivo), “Tuco”, un bandito proveniente dal Messico (Il brutto) e “Biondo” (il buono) un pistolero senza nome. Tuco e Biondo seppur di mala voglia, sono costretti a collaborare per riuscire a recuperare l’agognata cassa, in quanto l’uomo che aveva sottratto il forziere, Bill Carson, ormai in fin di vita, confessa al primo il luogo dove è nascosto il tesoro, ed al secondo il luogo esatto dove è stato seppellito.

Sentenza, il quale sa solo dell’esistenza della cassa, ma non la sua ubicazione, è intenzionato a far fuori Tuco e Biondo non appena riuscirà a sapere dai due dove si trova il prezioso oggetto.

Immancabile è il finale in cui i tre uomini si trovano uno di fronte all’altro in un duello per conquistare le ricchezze contenute nella cassa: Sentenza viene ucciso dal Biondo che così può liberamene dividesi l’agognata preda con il compagno Tuco.

Esaltante ed indimenticabile come sempre la colonna sonora diretta dal maestro Ennio Moricone.

“Il buono, il brutto e il cattivo” è forse l’esempio più riuscito e quindi maggiormente chiarificatore su cosa siano le persone descritte da Leone. Soggetti che sono in balia non solo dei propri pregi, ma soprattutto dei difetti, rendendoli esempi realistici e verosimili della natura umana.

 

 

 

 

 

 

160x600_promo