FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

Fast & furious solo parti originali

Titolo originale: Fast & furious

Titolo: Fast & furious solo parti originali

Regia: Justin Lin

Paese: USA

Lingua originale: inglese

Anno: 2009

Durata: 107’

Soggetto: Gerry Scott Thompson

Sceneggiatura: Chris Morgan

Produttore: Vin Diesel, Neal H. Moritz

Casa di produzione: Neal H. Moritz productions, One Race productions, Original  Film, relativity  media, universal pictures

Distribuzione (Italia): Universal Pictures

Attori: Dominique Toretto (Vin Diesel), Brian O’Conner (Paul Walker), Letty Ortiz (Michelle Rodriguez), Mia Toretto (Jordana Brewster), Arturo Braga (John Ortiz), Fenix Rise (Laz Alonso), Giselle Harabo (Gal Gadot), Han Lue (Sung Kang).

Doppiatori italiani: Dominique Toretto (Massimo Corvo), Brian O’Conner (Riccardo Rossi), Letty Ortiz (Rossella Acerbo), Mia Toretto (Eleonora De Angelis), Arturo Braga (Simone Mori).

Montaggio: Fred Raskin, Christian Wagner

Musiche: Bryan Tyler

Scenografie: Ida Random

Fotografia: Amir M. Mokri

Costumi: Sanja Milkovic Hays

 

Toretto e Letty (la sua compagna), si guadagnano da vivere rapinando tir che trasportano benzina nella repubblica domenicana; dopo l’ultimo colpo in cui Toretto rischia la vita, su consiglio di Han (membro della sua squadra e coprotagonista di Tokyo Drift) decide di scappare ,senza dire niente a Letty  a Panama.

Qui trova un lavoro onesto come meccanico in una autofficina; si sente apposto anche se gli manca la sua Letty.

Dopo un po’ di tempo, Toretto riceve una telefonata in cui la sorella Mia, gli rivela dell’assassinio di Letty per mano del sicario di Arturo Braga, boss del traffico di eroina.

Letty a sua volta si era infiltrata come corriere della droga per aiutare Brian O’Conner (ora poliziotto federale) ad incastrare Arturo Braga per i suoi traffici illeciti in cambio della cancellazione dei crimini commessi da Dominique Toretto.

Brian vecchia conoscenza di Toretto, si ritrova a collaborare insieme a Dominique desideroso di vendicare Letty, per poter catturare Arturo Braga.

Quarto capitolo è il seguito vero e proprio dei primi due  "the fast and furious" e prequel di “Tokyo drift” che ripropone la coppia Diesel - Walker la quale aveva fatto bene nel primo capitolo della saga.

Qui Brian O'Conner (Paul Walker) non deve agire sotto mentite spoglie nei confronti di Toretto (Vin Diesel); ormai Dom sa che lui è un poliziotto.

Però in questa pellicola,come nella prima, deve sempre fare la parte dell'infiltrato in una banda di abilissimi piloti incaricati di trasportare un' ingente quantitativo di droga, arricchendo ulteriormente la trama rispetto al primo capitolo.

In questo seguito l' argomento utilizzato come pretesto di base per avviare il film è il tema della vendetta; di solito è un piatto che va gustato freddo, ma in questo caso è il calore dei motori delle fuoriserie in ebollizione a guidare la mano (pesante) di Vin Diesel.

Un desiderio di vendetta che si mescola all' amore per la defunta Letty, diventando un' arma inarrestabile nelle mani di Toretto.

Un sentimento molto profondo e intenso come si può notare nelle prime scene, quando Dom sparisce senza dire niente a Letty  assorta nel suo sonno; consapevole della sua vita fatta di rapine e futuro incerto, non vuole risucchiare la sua amata in un vortice senza uscita e quindi a malincuore decide di uscire dalla sua vita.

Anche il tentativo di seduzione da parte di Giselle nei confronti di Dom non riesce a prevalere sull' intensità dell' amore per Letty ancora vivo in lui.

Peccato per l' assenza nella pellicola della presenza proprio di Michelle Rodriguez (Letty); in "the fast and furious" il carisma dell' attrice in alcune scene con Vin Diesel riusciva a porla in una posizione a volte di netta superiorità; qui recita solo poche scene iniziali e qualche flashback.

In "solo parti originali" all' aitante Paul Walker  viene dato meno spazio interpretativo rispetto al primo e al secondo (dove era il protagonista assoluto) film; purtroppo per lui in questi action-movie, negli ultimi anni Vin Diesel non ha eguali.

Il regista ha deciso di dare più spazio ai tormenti interiori di Diesel e anche il riallaccio del rapporto tra Brian e Mia viene lievemente accennato.

Le scene adrenaliniche sono aumentate e a volte sfiorano l' esagerazione; Toretto che passa sotto un rimorchio infuocato sospeso in aria all’inizio della pellicola o la corsa  cunicolare nella parte finale per inseguire Fenix Rise.

Si vede più azione anche al di fuori delle quattro ruote; scontri a fuoco e sparatorie a volte rubano la scena soppiantando le sfrecciate colorate dei bolidi tipici di questa saga.

Nelle parti in cui il protagonista deve comportarsi da macho dal cuore tenero, Vin Diesel da il meglio di se; Walker tenta invano di raggiungere l'imponenza di Diesel all' interno del film, ma la sua stella brilla ormai in un firmamento lontano anni luce dalla vista di qualsiasi altro actor action movie.

 

Curiosità relative al film

Vin Diesel aveva chiesto al regista Justin Lin di realizzare questo film come vero e unico seguito del primo “the fast and the furious” non considerando “ 2 fast 2 furious” e neanche “Tokyo drift” come seguito; la risposta però è stata negativa, perché ciò avrebbe comportato uno sconvolgimento cronologico alla saga.

L’attore Tyrese Gibson (ovvero Roman Pearce, protagonista insieme a Brian O’Conner/Paul Walker del secondo capitolo) doveva apparire inizialmente in questo film; ma l’impegno preso dall’attore nel recitare nel kolossal fantascientifico Transformer 2 di Michael Bay unito ad altri contrattempi hanno impedito il suo contributo in “parti originali”.

Paul Walker ha confermato la realizzazione di un quinto capitolo della saga, anche se la presenza di Tyrese Gibson è in dubbio.

La scarsa reperibilità delle Dodge Charger, ha spinto la produzione alla realizzazione di modelli in fibra di vetro, per girare diverse scene.

La rapina iniziale di Dom assistito da Letty e la sua banda ai danni del tir di benzina a Panama, avviene contemporaneamente agli avvenimenti di 2 fast 2 furious.

Le scene delle corse in auto sono riprese da una cam montata su una Porsche Cayenne

Ne film sono presenti errori cronologici relativi ai modelli ed anno di alcune vetture ; la Ford Mustang Tjaarda è del 2007, la Nissan GTR R35 e la Subaru Impreza Wrz Sti Hatchblack sono del 2009 mentre il film è ambientato tra il 2003 e il 2006!

Durante la scena del party nella Repubblica Domenicana, la Chevy Nova del 1967 che si vede è una delle macchine appartenenti all’attore Paul Walker.

Due dei componenti della banda di Toretto che assalta i tir di benzina, non sono altro che i due cantanti Tego Calderòn e Don Omar, autori anche di due brani del film (Bandoleros, presente anche nel finale di Tokyo drift, e Vitual Diva).

 

 

 

 

 

 

160x600_promo