FILM E RECENSIONI rubrica di  CORRERENELVERDEONLINE

Film & Recensioni Attori Attrici Registi Festival Cinema Musica Teatro

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Correrenelverdeonline


 

 

La Maledizione della prima Luna

Titolo originale: Pirates of the Caribbean: The Curse of the black Pearl

Produzione: USA

Anno: 2003

Regia: Gore Verbinski

Interpreti : Jonathan Pryce, Keirha Knightley, Jack Davenport, Orlando Bloom, Johnny Deep, Geoffrey Rush

 

Immaginate uno scenario del XVII secolo, una sospirata storia d’amore, un improvviso rapimento e una misteriosa leggenda su di una nave pirata. Aggiungeteci ora un po’ d’ironia, un briciolo di fantasia e qualche effetto speciale, e quello che otterrete sarà una pellicola divertentissima unica nel suo genere. Tutto questo è stato realizzato dalla Disney con  “La maledizione della prima luna”, una megaproduzione da 130 milioni di dollari, destinata ad incollare alle poltrone dei cinema il pubblico di ogni età.

E non potrebbe essere altrimenti visto l’intricata trama di questo colossal: il pirata Barbossa (Geoffrey Rusch) dopo aver saccheggiato la città di Port Royal, rapisce la figlia del governatore, la bella Elisabeth, l’attrice diciottenne Keira Knightley. Per salvarla un  giovane fabbro Will Turner (Orlando Bloom), lega la sua sorte a quella del Capitan Jack Sparrow, magnificamente interpretato da Jonnhy Deep, un pirata “decaduto” e disgraziato a cui lo stesso Barbossa aveva rubato in passato la nave, la famigerata Perla Nera. Dopo una serie di peripezie, a bordo della “Interceptor”, il vascello più veloce della flotta britannica, i due inusuali eroi si metteranno  sulle tracce di Barbossa e del suo equipaggio. Troveranno un manipolo di uomini goffamente cattivi sulla cui testa pende la maledizione di un tesoro atzeco che al calar del sole, con l’effetto della luce lunare li trasforma in orrendi e immortali fantasmi.

Coreografici duelli ed esilaranti colloqui, nella cornice di una storia che in America ha già incassato circa 270 milioni di dollari, e che promette anche in Europa, è il caso di dirlo, di andare a “gonfie vele”.

Laura Spada

 

 

 

 

 

 

160x600_promo